L’occhio astigmatico in generale presenta due diversi meridiani, posti a 90 gradi l’uno rispetto all’altro, che producono una messa a fuoco differente delle immagini per ciascuno dei meridiani. I meridiani possono essere miopi, ipermetropi. La correzione per l’astigmatismo è rappresentata da una lente con un potere diottrico orientato in una particolare direzione L’astigmatismo provoca la mancata messa a fuoco delle immagini, a prescindere dalla distanza. L’occhio astigmatico ha la possibilità di minimizzare l’annebbiamento mediante la riduzione del foro pupillare in modo da ridurre il cerchio di confusione sulla retina.

faq05

faq06

faq07

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi l'informativa completa QUI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi